Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Nuovo Cinema Teatro Boccaccio: Lavori di ristrutturazione entro la fine dell’anno, poi arredi e gestione

Due sale per il cinema, palco per grandi spettacoli, bar, saletta e giardino

➜ Politica e Amministrazione


Cinema
Cinema

Dopo la riassegnazione delle opere murarie, i lavori stanno procedendo
Francesco Betti: ”Conclusi questi lavori, da realizzare gli arredi e affidare la gestione”

l lavori per il nuovo Cinema Teatro Boccaccio, ovvero la ristrutturazione del Cinema Teatro con una nuova suddivisione spaziale e funzionale, con tutte le opere murarie e impiantistiche necessarie, si concluderanno entro la fine del 2011.

È quanto hanno spiegato stamani Francesco Betti, Vicesindaco e Assessore ai lavori pubblici, e Pier Giuseppe Spannocchi, Dirigente comunale e responsabile della progettazione, facendo il punto sullo stato di avanzamento dei lavori e ripercorrendone le principali tappe.

Il 14 marzo 2001 il Comune di Certaldo, un anno dopo la chiusura del cinema e preso atto che non c’erano privati disponibili ad accollarsi i lavori di adeguamento e ristrutturazione necessari, acquistò l’immobile dal proprietario, la famiglia Carraresi, pagando all’epoca 600 milioni di lire, con l’obiettivo di recuperare il bene e restituirlo funzionante alla collettività.

Nel maggio 2002, con procedura di somma urgenza, furono realizzati i lavori di ristrutturazione del tetto, che era a rischio crollo.

A fine 2003 furono messi a gara i lavori di ristrutturazione: il progetto prevedeva sostanzialmente il recupero del cinema teatro così come era. I lavori iniziarono nel febbraio 2004 ma a fine anno la nuova Amministrazione comunale, insediatasi da pochi mesi, chiese la revisione del progetto, ritenendo necessario e possibile adeguarlo a più moderni standard qualitativi e funzionali: col nuovo progetto si prevedeva infatti la realizzazione di due sale cinematografiche anziché solo una (grande in platea, piccola in galleria), separate da pareti mobili per unire le due sale per gli spettacoli teatrali; un palco più grande di quello precedente; più camerini; un bar con saletta e giardino esterno funzionale anche ad un’apertura non solo in funzione degli spettacoli; ecc..

Cambiamenti pensati per rispondere alle esigenze di mercato, consentendo con le due sale più programmazione e risparmi sui costi di gestione, e la possibilità, con la maggiore ampiezza di palco e camerini, di ospitare compagnie teatrali di alto livello.

Rescisso il contratto con l’impresa, che fino a quel momento aveva sostanzialmente demolito il vecchio e non ancora costruito il nuovo, vengono predisposti il nuovo progetto e la nuova gara d’appalto, e i lavori per il nuovo Cinema Teatro, col progetto definitivo, partono nell’ottobre 2006.

Purtroppo però, anche per i problemi di una delle due imprese che li realizzavano, i lavori non procedono nei tempi previsti e nel maggio 2009 il contratto con l’impresa che si occupa delle opere murarie viene rescisso (mentre rimane in essere quello per l’impiantistica) e serve una nuova gara per i lavori, riassegnati nel marzo del 2010.

Oggi, ad un anno dalla riassegnazione dei lavori, il sopralluogo sul cantiere è servito per mostrare lo stato dell’arte e fare il punto sulle prossime tappe.

”Ad oggi tutta la parte impiantistica idraulica, elettrica, riscaldamento, condizionamento, ecc... è stata sostanzialmente realizzata hanno spiegato stamani il vicesindaco Francesco Betti e il dirigente Pier Giuseppe Spannocchi e mentre siamo qui si stanno facendo le gettate dei pavimenti della sala e della galleria.
Tra poco inizieranno le riprese dei muri e poi le pannellature, rivestimenti e impiantitura.
L’obiettivo è quello di avere il cinema completamente ristrutturato, anche se ancora senza gli arredi, entro la fine del 2011”.

Conclusi i lavori infatti, si dovranno acquistare ed installare sia gli arredi come tutte le poltrone, ad esempio che i macchinari da quelli necessari alle proiezioni a quelli per la gestione del palco per gli spettacoli.

”Tra alcune settimane faremo un aggiornamento dei lavori e potremo apprezzare altri sensibili passi avanti ha detto il vicesindaco Betti questo cantiere è stato impegnativo, anche per difficoltà non prevedibili, e anche per la sua ubicazione in pieno centro ed a ridosso della collina.
Ma siamo certi che, al termine, sarà un edificio rispondente ad un’importante funzione aggregativa, culturale e sociale, e che con la chiusura del centro alle auto darà un grande valore a tutto il centro urbano”.

Anche se adesso non è ancora possibile fare un riepilogo esatto dei costi sostenuti e di quelli ancora da sostenere, per il nuovo Cinema Teatro Boccaccio sarà sostenuta una spesa complessiva di circa 2,5 milioni di euro.

Un’opera pubblica che si avvale anche di un contributo della Regione Toscana di 1.115.000 euro.

22/4/2011 Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Cinema Teatro Boccaccio (12), Teatro (134), Lavori (8), Ristrutturazione (7), Cinema (19), Francesco Betti (24), Pier Giuseppe Spannocchi (7), Spesa (5)