Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Casa della Salute estesa anche a Certaldo: piano dei finanziamenti

Oltre 3 milioni di euro per la diffusione del modello

➜ Cronaca

Oltre 3 milioni di euro dalla Regione Toscana all’Asl 11 per la diffusione del modello della Casa della Salute.

Questo fondo costituisce una parte importante dell’intero finanziamento nazionale del Ministero per le Case della Salute pari ad euro 32.081.532 dei quali euro 15.985.528 sono stati erogati a favore della Regione Toscana in base al decreto del 28 ottobre 2010.

Da due anni in Italia, ma soprattutto in Toscana, si sta sperimentando un nuovo modello di erogazione dei servizi territoriali proposto dal Ministero: la Casa della Salute.

Le tre Asl toscane dove è stata condotta la sperimentazione sono quelle di: Empoli, Arezzo, Pistoia.

La Casa della Salute Sant’Andrea di Empoli è stato il primo progetto pilota del quale sono disponibili i risultati che sono indubbiamente positivi.

La presenza di un presidio sul territorio con operatori sanitari pronti ad accogliere i bisogni degli utenti 12 ore al giorno e la stretta collaborazione tra medici ed infermieri hanno nettamente ridotto l’accesso al pronto soccorso in codice bianco ed azzurro dei pazienti dei medici che operano nella struttura.

L’esperienza della Casa della Salute di Empoli è già stata estesa a Certaldo e a Montopoli.

Grazie a questi risultati arrivano, dunque, nuovi finanziamenti statali e regionali per consentire una diffusione del nuovo modello organizzativo su tutti i comuni del territorio.

La Casa della Salute si configura come la struttura in grado di garantire una continuità dell’assistenza nelle 24 ore e nei 7 giorni della settimana, ma anche come servizio per la presa in carico globale dei malati cronici attraverso percorsi di supporto e di assistenza da parte di un’équipe multiprofessionale.

Progetti personalizzati vengono creati e offerti ai soggetti non autosufficienti per garantire risposte socio-sanitarie adatte alla complessità dei loro bisogni.

Inoltre, la Casa della Salute vuole garantire la semplificazione dell’accesso ai servizi della salute attraverso lo snellimento delle procedure, l’integrazione fra servizi, l’informatizzazione delle comunicazioni e del passaggio di dati.

Fra i servizi offerti al cittadino è necessario ricordare i progetti educativi, non necessariamente sanitari, fondamentali per incidere sugli stili di vita dell’utente e, quindi, sulle cause principali delle patologie croniche.

Grazie al modello Casa della Salute il cittadino viene maggiormente coinvolto nelle questioni che riguardano la propria salute, rendendosi perciò protagonista e parte attiva delle proprie scelte.

I progetti Case della Salute esistenti sul territorio dell’Asl 11 sono il frutto della collaborazione e della partecipazione di molteplici soggetti: le Società della salute di Empoli e del Valdarno Inferiore, le associazioni del terzo settore, i professionisti sanitari coinvolti (medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, medici della continuità assistenziale, medici di comunità e specialisti, personale infermieristico, ostetriche, assistenti sociali e personale amministrativo).

25/5/2011 Asl 11

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Salute (23), Asl 11 (53), Casa della Salute (4), Regione Toscana (42), Pronto Soccorso (3), Assistenza (3)