Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

RISCHIO SICCITÀ, dovere di utilizzare acqua potabile solo se strettamente necessario

Sanzione a chi spreca

➜ Ambiente e Trasporti

Per chi mette in atto comportamenti inappropriati previste sanzioni da 25 a 500 euro, ai sensi del Dlgs 267/2000.

L’ordinanza è stata emessa ieri 16 aprile e sarà applicata dal primo maggio.

L’intervallo temporale tra pubblicazione e entrata in vigore servirà per effettuare un’adeguata campagna informativa sui divieti e le raccomandazioni in essa contenuti.

Il provvedimento vieta ai privati l’uso dell’acqua potabile per impieghi diversi da quelli strettamente domestici: lavaggio di cortili e piazzali; lavaggio domestico di veicoli a motore; innaffiamento di giardini, prati e orti; riempimenti di vasche da giardino e fontane; riempimento di piscine.

”Il rischio siccità - afferma Dario Parrini, sindaco di Vinci e delegato alla Protezione Civile del Circondario - è ancora fortissimo: nonostante le ultime piogge e quelle attese per i prossimi giorni, resta alto lo stato di allerta e d’attenzione.

Che nell’invaso di Bilancino ci siano un milione e mezzo di metri cubi d’acqua in più è un fatto positivo. Ma è ancora poca cosa.

La situazione dei corpi idrici, sia sotterranei che superficiali (corsi d’acqua e falde) resta molto preoccupante.

Abbiamo mantenuto l’impegno che avevamo preso nella riunione in Provincia del 4 aprile scorso, giorno stesso dell’emanazione del decreto con cui il presidente della Regione ha dichiarato lo stato di emergenza idrica.

Sappiamo che un’ordinanza da sola non risolve i problemi. Ma è un atto necessario, che sarà affiancato da azioni di sensibilizzazione dei cittadini, in particolare dei più giovani, al problema dell’appropriatezza dei consumi idrici.

E, anche con la collaborazione del gestore idrico Acque S.p.A., con cui già abbiamo preso contatti, organizzeremo incontri nelle principali scuole del territorio per promuovere l’adozione di comportamenti utili a ridurre i consumi d’acqua non necessari.

Comportamenti che andrebbero posti in essere sempre, indipendentemente dall’esistenza di situazioni emergenziali.

Alcuni esempi?

Inserimento di rubinetti frangigetto; limitazione della ricarica degli sciacquoni; impiego di lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico; non far scorrere l’acqua in modo continuo quando ci si lavano i denti o ci si fa la barba.

Per esser chiari: risparmiare ognuno dieci litri d’acqua al giorno è possibile. Bisogna provarci e riuscirci”.

17/4/2012 Circondario Empolese Valdelsa

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Acqua (40), Consumo Idrico (5), Dario Parrini (3)