Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

CONSIGLIO COMUNALE: Codice etico, registro testamenti biologici e bilancio di previsione 2010

➜ Politica e Amministrazione


Stemma di Certaldo
Stemma di Certaldo

Il Codice Etico: approvate regole per la trasparenza della politica Trattamenti sanitari: mozione per un registro dei testamenti biologici Bilancio 2010, Aiazzi: ”Presentato entro fine anno, come promesso”

Con un impegnativo ordine del giorno si è svolto, ieri sera, l’ultimo Consiglio Comunale del 2009, che, con soli 10 punti all’ordine del giorno, si è protratto dalle 21,30 fino alle ore 2,30, per lo spessore degli argomenti trattati ed il conseguente dibattito.

In apertura di seduta, il Sindaco Andrea Campinoti e l’Assessore al Bilancio Andrea Aiazzi, hanno illustrato in anteprima al Consiglio Comunale le linee guida del Bilancio di previsione 2010, che verrà depositato completo di relazioni e cifre nei prossimi giorni e discusso e approvato, dallo stesso Consiglio, presumibilmente a fine gennaio. Aiazzi, che presenterà il Bilancio alla stampa a gennaio, ha sottolineato ”L’impegno, mantenuto, a chiudere il Bilancio 2010 entro la fine del 2009, per poterlo rendere operativo dalle prime settimane del nuovo anno”.

Per gli altri punti all’ordine del giorno, che prevedevano a differenza del precedente anche discussione e votazione, sono stati approvati la rettifica di alcuni confini comunali sulle opere pubbliche, un piano di recupero in zona San Vito, l’acquisizione al patrimonio comunale del fabbricato sito in piazza Masini dove si trova il bar ”La Nimphaea”. Approvati l’adeguamento dello statuto della Società della Salute e la convenzione tra Comune ed AUSL 11 per la gestione dei servizi socio-assistenziali e socio-sanitari per l’anno 2010; respinta la mozione di Rifondazione Comunista che chiedeva maggiori tutele per i lavoratori precari legati al mondo socio-assistenziale, rispetto alla quale l’Amministrazione ha risposto che i rapporti vengono normalmente regolati dai contratti di lavoro nazionali.

Discussi poi anche alcuni argomenti di carattere più politico. Anzitutto è stato approvato, all’unanimità, il nuovo ”Codice Etico degli amministratori”, che impegna Sindaco, Giunta e Consiglieri a comportamenti corretti nella gestione della cosa pubblica che vadano oltre quanto stabilito dalle leggi ordinarie, al fine di dare l’esempio in termini di trasparenza, correttezza, e partecipazione democratica. Approvato anche un ordine del giorno, scritto dal PDL ed emendato da PD e IDV, di solidarietà al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per l’aggressione subita e di condanna di ogni forma di violenza, fisica e verbale; votato all’unanimità, con la sola astensione di Orsi ed il voto contrario di Bellucci di Rifondazione Comunista, che pur manifestando la propria solidarietà al Presidente del Consiglio, si è detto contrariato da un ordine del giorno troppo articolato e suscettibile di interpretazione, perché toccava in modo discutibile argomenti più politici.
-- Approvata infine la mozione che impegna Sindaco e Giunta ad istituire il ”Registro dei testamenti biologici”, sia per dare ai cittadini informazioni in merito che per dare la possibilità di dichiarare le proprie intenzioni riguardo ai trattamenti sanitari di fine vita, con lo scopo di evitare casi di accanimento terapeutico. Distanti e inconciliabili sono apparse le posizioni tra gli schieramenti, con PD, IDV e PRC (voto a favore con la sola astensione di Casini) che hanno sottolineato l’importanza della mozione, basata sui principi cardine della Costituzione Italiana per tutelare i diritti fondamentali dell’uomo e la libertà personale e inviolabile di ciascuno. Per il PDL invece (voto contrario) era discutibile, sempre secondo il dettato costituzionale, il fatto che il Comune intervenisse su materie cui spetta legiferare allo Stato; sempre per il PDL l’argomento era suscettibile di discussione ma era difficile arrivare ad un voto, ed è stato ricordato come, anche in Parlamento, dove una proposta di Legge è in discussione, il PDL abbia lasciato ai propri parlamentari libertà di coscienza sul voto.

Comune di Certaldo

Ambra Leoncini 30/12/2009

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Consiglio Comunale (53), Testamento Biologico (3), Bilancio (31)