Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

Consiglio Comunale di Certaldo

Seduta del 25 marzo

➜ Politica e Amministrazione


Stemma di Certaldo
Stemma di Certaldo

  • Regolamento dei rifiuti: primo passo per il porta a porta
  • Ex aeronautica: OdG per entrare nellelenco delle cessioni gratuite
  • In Bilancio 120.000 di entrate straordinarie, sostituiranno mutui

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 25 marzo, ha affrontato e deliberato su vari argomenti.

Al centro del dibattito, l’approvazione dei regolamenti per la gestione dei rifiuti e del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e l’applicazione della tariffa. Vengono approvati in Consiglio ogni anno ma, stavolta, contenevano una consistente novità: la previsione, nel testo, a fianco della modalità tradizionale, della modalità della raccolta dei rifiuti porta a porta, che a Certaldo dovrebbe scattare, ma al momento una previsione, nella seconda metà del 2011.

Raccolta Rifiuti

Per il Sindaco e per l’Assessore all’Ambiente, si tratta del primo passo di una svolta epocale, che sarà segno del grado di civiltà della comunità locale, perché i cittadini saranno responsabili della produzione dei propri rifiuti, e verranno chiamati a produrne meno, ed a differenziarli con criterio. Una sfida culturale e politica importante, secondo la maggioranza composta da Partito Democratico e Italia dei Valori, che ha concordato con la Giunta nel ritenere che il porta a porta essenziale per ottener due obiettivi: adeguarsi alle norme europee che impongono il 65% di raccolta differenziata e ridurre i costi del ciclo dei rifiuti e la consistenza dei rifiuti che andranno in discariche o inceneritori. Un ciclo che si dovrà poi concludere con la successiva valorizzazione economica di quei prodotti, come i concimi biologici o gli oggetti in plastica e legno, realizzati con il recupero dei rifiuti differenziati.

Favorevoli all’avvento della raccolta porta a porta, ma critici seppur in modo diverso su alcuni aspetti del ciclo di raccolta dei rifiuti, e sul fatto che si parlasse di tariffa senza avere il quadro economico complessivo dei costi, i due gruppi di minoranza.

Per il Popolo delle Libertà, la Toscana produce ad oggi troppi rifiuti e si presenta all’orizzonte un problema di smaltimento e di insufficienza di impianti, che potrebbe presto verificarsi anche nell’Empolese Valdelsa. Il PDL ha anche avanzato perplessità sul fatto che la raccolta differenziata non finisca, talvolta, in discarica come gli altri rifiuti indifferenziati.

Rifondazione Comunista Comunisti Italiani ha salutato invece con entusiasmo l’arrivo del porta a porta, rivendicando, con il lavoro fatto a Montespertoli la scorsa legislatura, la progenitura del progetto. Critiche al fatto che la discussione sul Regolamento, già approvato in altri Comuni, fosse di fatto blindata in quanto il testo dovrà poi essere lo stesso in tutti i Comuni dell’area. Dubbi sono stati anche avanzati sullo smaltimento finale dei rifiuti e, in particolare, sull’assimilazione dei rifiuti speciali ai rifiuti urbani, argomento sul quale secondo PRC esiste un parere interno all’ARPAT critico su questa scelta.

Dubbi e perplessità alle quali hanno cercato di rispondere la Giunta comunale e, con i dati, Franco Mori, direttore di Publiambiente. stato spiegato che questo modello di raccolta già praticato con successo da milioni di cittadini in tutto il nord Italia e, nel Circondario, da Montespertoli e Vinci, ma soprattutto che il quadro normativo, per gli aspetti dello smaltimento, in continua evoluzione, quindi si agisce in riferimento alle norme attuali, ma con cautela, pronti a cambiare se cambieranno le leggi, tenendo fermo l’obiettivo di raggiungimento della soglia di differenziata al 65% nei tempi previsti e di ridurre la spirale dei costi nel giro di pochi anni grazie alla netta riduzione dei rifiuti da inviare in discarica.

Le due delibere sono state approvate con voto favorevole di PD e IDV, contrario del PDL, e con l’astensione di PRC-CI.

Ex Aeronautica

Approvato invece all’unanimità l’ordine del giorno proposto del Sindaco relativo al protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comune di Certaldo e l’Agenzia del Demanio per l’acquisto dell’ex aeronautica. L’ordine del giorno nasce dal fatto che, successivamente all’accordo, in questi ultimi mesi si venuti a conoscenza del fatto che il Governo, nell’ambito dell’attuazione del federalismo, sta approvando uno schema di decreto legislativo finalizzato all’assegnazione a titolo gratuito di beni demaniali agli enti locali. Ci sono quindi delle ipotesi, confermate anche dal sottosegretario all’economia On. Luigi Casero, che ha visitato l’ex aeronautica il 6 marzo 2010, che l’ex aeronautica possa rientrare in questo elenco e che quindi gli immobili del complesso, fatta eccezione della palestra che il Comune ha già acquistato a fine 2009, possano essere passati al Comune. L’ordine del giorno chiede appunto al Governo di inserire gli immobili in detto elenco e contiene l’impegno dell’Amministrazione ad adempiere agli obblighi di legge che verranno previsti.

Il PDL, nel sostenere l’iniziativa, ha evidenziato che un progetto di recupero funzionale degli immobili potrebbe essere utile a favorire l’inserimento degli immobili nell’elenco e si detto disponibile a collaborare per costruirlo. Dal canto suo il Sindaco ha accolto la disponibilità, ricordando anche che l’ex aeronautica già sede di attività che impegnano migliaia di cittadini, dallo sport alla cultura, e che comunque l’obiettivo principale far s che maggioranza e minoranza siano unite per chiedere l’inserimento del bene nell’elenco.

Altre Delibere

Approvate anche le variazioni al Bilancio Preventivo 2010, nelle quali spiccano 120.000 euro provenienti dalla fideiussione dell’azienda che non ha completato i lavori del Cinema Teatro Boccaccio, e che verranno utilizzati per investimenti in conto capitale; voto favorevole di PD, IDV e PRC e astensione del PDL che avrebbe preferito un uso anche a favore del sociale. Approvate anche la convenzione che demanda al Circondario Empolese Valdelsa le procedure di gara per il trasporto pubblico locale extra urbano, il regolamento per l’acquisto di beni e servizi in economia, adottato il Piano di recupero di iniziativa privata del Podere La Grotta e la presa dato di mancate osservazioni sul Piano di lottizzazione di iniziativa privata per un’area posta in Viale Matteotti.

26/3/2010 Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Consiglio Comunale (53), Ex Aeronautica (7), Raccolta Rifiuti (3)