Notizia evento di Certaldo Sito internet economico Frese per legno, utensili per legno
Eventi di Certaldo

“Certaldo,
come voi forse avete potuto udire,
è un castel di Val d’Elsa
posto nel nostro contado,
il quale, quantunque picciol sia,
già di nobil uomini e d’agiati
fu abitato”

Giovanni Boccaccio

➜ ULTIME NOTIZIE     ➜ EVENTI DA NON PERDERE

DISCOTECA Y: Priva di fondamento l’accusa di boicottare la serata del DJ Farfa

Il vicesindaco Betti sostiene la corretta e puntuale azione dell’Ente

➜ Politica e Amministrazione

L’Amministrazione comunale interviene, con il vicesindaco Francesco Betti, per ricostruire la vicenda che ha portato al divieto di utilizzo della sala da ballo della Discoteca Y e per confutare accuse e sospetti di inefficienza o di parzialità lanciati da più parti all’indirizzo dell’Ente locale e delle azioni poste in essere.

”Vale la pena ricordare che il divieto di utilizzo dei locali della Discoteca Y scaturisce da una disposizione dei Vigili del Fuoco, competenti in materia di antincendio, giunta in Municipio lunedì 3 gennaio ad uffici praticamente chiusi dice il vicesindaco Francesco Betti La pratica è stata quindi gestita e trasformata in ordinanza comunale in poche ore, cioè durante l’orario lavorativo di martedì 4 gennaio, con efficienza e celerità da parte dell’ente comunale e dei suoi uffici.
Sul perché i controlli siano avvenuti oggi e così a ridosso dell’evento programmato, e sul fatto che già dal 2004 quei locali non fossero a norma, intendo ribadire che non è il Comune l’organo preposto ai controlli per la regolarità e validità delle autorizzazioni.
Il Comune, tramite lo Sportello Unico sulle Attività Produttive, si limita ad acquisire la documentazione che gli viene consegnata e ad inoltrarla alle autorità competenti”.

”Messo però di fronte alla comunicazione dei Vigili del Fuoco che segnalava la mancanza dei requisiti necessari prosegue Betti il Comune ha agito nel rispetto della Legge, ordinando il divieto di utilizzo dello spazio.
E si guardi bene: in questo caso la Legge dispone di agire non come organo comunale, ma addirittura come Ufficiale di Governo, espletando cioè funzioni delegate al sindaco, e al vicesindaco in assenza di questi, come organo periferico dello Stato; in caso di inadempienza infatti, il Prefetto può sollevare il Sindaco da questo compito e firmare lui stesso l’ordinanza.
Il Comune quindi, emanando l’ordinanza, ha agito nel semplice e doveroso rispetto della Legge, e sta agendo correttamente adesso, attivandosi per verificare se infrazioni dell’ordinanza sindacale ci sono state e per segnalarle all’autorità competente”.

”Una volta elencati semplicemente i fatti, le date, e le reali competenze del Comune conclude il vicesindaco Betti appaiono prive di qualsiasi fondamento tutte le accuse di favoritismi, o di eccessivo zelo, o di aver voluto boicottare una serata con un dj certaldese di chiara fama; serata che, non a caso, si era invece svolta regolarmente un anno fa, con la differenza che né allora, né fino ad oggi, quei problemi erano stati posti al Comune, che quindi prima del 4 gennaio di quest’anno non aveva né la possibilità né il dovere di intervenire”.

12/1/2011 Comune di Certaldo

Ti piace questo articolo?
Consiglialo su Google, clicca su +1!

Chiavi di lettura: Discoteca Y (9), Francesco Betti (24), Discoteca (3), Vigili del Fuoco (5), Municipio (12)